Blauer Hase

©2007

BLUFF

During a week, in the Gum Studio space and in the city of Carrara, Blauer Hase will produce events and situations open to the public, in order to fabricate a radio drama. On the evening of the last day, Friday 26 November, the Bluff will be revealed in a form.

Estratto#1
Blauer Hase - Bluff (estratto 1) - 2010 by blauerhase Estratto#2
Blauer Hase - Bluff (estratto 2) - 2010 by blauerhase Estratto#3
Blauer Hase - Bluff (estratto 3) - 2010 by blauerhase Estratto#4
Blauer Hase - Bluff (estratto 4) - 2010 by blauerhase Estratto#5
Blauer Hase - Bluff (estratto 5) - 2010 by blauerhase

22-26 novembre 2010
finale: Venerdì 26, ore 18.30
Gum Studio, Via Apuana 3, Carrara.
contatti:
+39 3407702569
gumstudio@gmail.com
http://www.gumstudio.org/

“E intanto conto i denti però il conto non mi torna,
ce ne è uno che mi manca e
forse tu mi puoi aiutare”

Marimba Sputnik. Daughter of a hearing aids dealer and of a jazz singer, she was educated at home, where he studied music and drawing. At 22, decided to dedicate herself to the construction of radio devices and to studying psychoacoustics. Later, Marimba was employed for some years as a governor in different houses, before moving to Bruxelles with her sister, to study French. In Bruxelles, she fell in love with her professor, Constantin Heger, a figure still respected and admired in Belgium. Her feelings, however, were not reciprocated by Heger, who was already married: her delusion was deep and she never fully recovered from it. Marimba has always been very close to her aunt, the duchess of Mecklenburg-Strelitz. For a long period of her life, she wrote to her aunt each week non-stop, constantly questioning the doubtful past of her sister, disappeared in mysterious circumstances.

Jan Pieterszoon Sweelinck (The composer most probably spent his entire life in Amsterdam, only occasionally visiting other cities in connection with his professional activities: he was asked to inspect organs, give opinions and advice on organ building and restoration, etc. Sweelinck's longest voyage was to Antwerpen in 1604, when he was commissioned by the Amsterdam authorities to buy a harpsichord for the city. No documents were found to support a long-standing rumor that Sweelinck visited Venice)

Mr. Herman K., motionless, looked straight in front of him. The tape kept running silently.
Then, some whispered words, “Never heard such a silence, after midnight. The earth could well be uninhabited”. Here ends this reel.

“Per caso, non l'hai mica ritrovato a casa tua?
Ero così distratto,
amore mio, quando ti ho morso il cuore”

Voices:
Asuka Tsuchiya
Claudia Rocchini
Daniele Zoico
Davide Lazzaroni
Enrico Vezzi
I due ragazzi al bar
James Harris
Mario Ciaramitaro
Raffaella
Riccardo Giacconi
Vincenzo Piazza

Music:
Francesco De Gregori
Jan Pieterszoon Sweelinck
Luis Maccari
The Platters
Valentina Pazzini

Text:
Charles Baudelaire
Samuel Beckett
Jorge Luis Borges
Emily Bronte
Elias Canetti
E. M. Forster
Favola tradizionale russa
Galileo Galilei
James Joyce
Franz Kafka
C. S. Lewis
Eugenio Montale
Payne & Gaposchkyne
Piotr Kapica

--------------------------------------------------------------------------------

Per una settimana, nello spazio di Gumstudio e nella città di Carrara, Blauer Hase produrrà eventi e situazioni aperti al pubblico, tesi all’elaborazione di un radiodramma. Nella serata dell’ultimo giorno, il venerdì 26 novembre, Il Bluff verrà rivelato in una forma.

22-26 novembre 2010
finale: Venerdì 26, ore 18.30
Gum Studio, Via Apuana 3, Carrara.
contatti:
+39 3407702569
gumstudio@gmail.com
http://www.gumstudio.org/

“E intanto conto i denti però il conto non mi torna,
ce ne è uno che mi manca e
forse tu mi puoi aiutare”

Marimba Sputnik. Figlia di un commerciante di apparecchi acustici e di una cantante jazz, venne educata in famiglia, dove imparò la musica e il disegno. Raggiunto il ventiduesimo anno di età lascia gli studi per dedicarsi alla costruzione di apparecchi radio e agli studi di psicoacustica. In seguito, per alcuni anni, Marimba svolgerà la professione di governante presso alcune famiglie, per recarsi poi a Bruxelles con la sorella per studiare francese.

Proprio a Bruxelles s'innamora del suo professore, Constantin Heger, figura tuttora rispettata e ammirata in Belgio, ma tale sentimento non è corrisposto da Heger, oltretutto già sposato. La delusione è profonda e mai completamente sopita.

Marimba era anche vicina a sua zia, la duchessa di Meclemburgo-Strelitz. Per un lungo periodo della sua vita scrisse a sua zia ogni settimana senza interruzione, continuando a interrogarsi sull’ambiguo passato della sorella da poco scomparsa in circostanze misteriose.

Jan Pieterszoon Sweelinck. Il compositore probabilmente trascorse la sua intera esistenza ad Amsterdam, visitando solo raramente altre città per fornire consulenze sulla costruzione e sulla riparazione di organi. Il più lungo viaggio di Sweelinck fu ad Antwerpen nel 1604, quando le autorità di Amsterdam gli commissionarono l’acquisto di un clavicembalo. Nessun documento è stato trovato a supporto della tesi, a lungo condivisa, secondo cui Sweelinck visitò Venezia.

Il signor Herman K. immobile guardò fisso davanti a sé. Il nastro continuava a girare in silenzio. Poi alcune flebili parole “Dopo mezzanotte, mai sentito tanto silenzio. La terra potrebbe essere disabitata.” Qui termina questo nastro.

“Per caso, non l'hai mica ritrovato a casa tua?
Ero così distratto,
amore mio, quando ti ho morso il cuore”

Voci:
Asuka Tsuchiya
Claudia Rocchini
Daniele Zoico
Davide Lazzaroni
Enrico Vezzi
I due ragazzi al bar
James Harris
Mario Ciaramitaro
Raffaella
Riccardo Giacconi
Vincenzo Piazza

Musiche:
Francesco De Gregori
Jan Pieterszoon Sweelinck
Luis Maccari
The Platters
Valentina Pazzini

Autori citati:
Charles Baudelaire
Samuel Beckett
Jorge Luis Borges
Emily Bronte
Elias Canetti
E. M. Forster
Favola tradizionale russa
Galileo Galilei
James Joyce
Franz Kafka
C. S. Lewis
Eugenio Montale
Payne & Gaposchkyne
Piotr Kapica